Principi teoretici


Da sempre, nei popoli di tutto il mondo, si è osservato il bisogno di eliminare i “vizi” ed educare le“virtù” seguendo le leggi della vita. L’uomo ha così realizzato, lentamente,  un cammino psichico e culturale che dal mondo esterno lo ha condotto ad occuparsi del suo mondo interno, posto al centro dell’esistenza.

L’uomo contemporaneo ha preso coscienza di essere Persona e si è posto il fine di ricercare gli strumenti per passare dal malessere al benessere mediante la realizzazione della conoscenza di sé nella relazione con il mondo.

Il Centro Psico.din. ha costruito un metodo per:1) aiutare l’uomo motivato a curare le fonti della sofferenza; 2) sviluppare  una personalità capace di vivere con serenità l’esistenza di ogni giorno; 3)realizzare le proprie potenzialità.

Le basi concettuali sulle quali il metodo si fonda sono:

1) L’uomo è una totalità integrata Corpo-Psiche-Cultura ed ogni manifestazione è espressione delle sue parti che sono disposte secondo una circolarità per cui qualsiasi sia il punto di partenza sempre sono interessate e coinvolte tutte le altri parti.

2) La conoscenza di sé si realizza in due fasi: nella prima si ha l’emersione del vissuto dal mondo interno della Persona, soggettivo e imprevedibile (Presa di coscienza). Nella seconda si dà al vissuto il suo significato (Consape-volezza di sé). Il senso scaturisce dal vissuto percepito mediante il processo intrapsichico di “Elaborazione Analitica-Creativa”, allo stesso modo dell’incandescenza del carbone che proviene dalla sua stessa autocombustione.

3) La Separazione ( Distinzione ) Mondo interno - Mondo esterno scoperta da Maya Liebl è il principio base per lo sviluppo dell’essere Persona-Pensante mediante l’educazione alla “sensazione” ed al “sentire”. L’uomo conosce ed esplora la sua esperienza dando ascolto e voce al mondo interno e si relaziona in modo autentico con il mondo esterno.

4) L’educazione del Percorso intrapsichico: Fatto → Emozione → Percezione → Elaborazione → Pensiero. L’emozione è considerata un segnale psicosomatico costitutivo della psiche che dall’interno lo mette l’uomo in relazione con l’ambiente e gli dà, nell’agire, una direzione  a partire da sé.

5) L’educazione al Percorso intrapsichico ( M. Liebl ):Fatto → Sensazione → Sentire → Coscienza  → Pensiero. Permette di realizzare la consapevolezza di sè.

6) L'educazione al Percorso extra-psichico: Osservazione → Analisi → Progetto  → Azione  → Verifica. Sviluppa la conoscenza dei dati reali nel mondo esterno dove si realizza l’azione cosciente.

7) Lo sviluppo dell’atteggiamento a “lasciar accadere”. È uno stato di coscienza che favorisce il contatto con il mondo  percettivo interiore che si genera da sé.

8) L’auto-realizzazione. La Persona che acquisisce il nostro metodo può conoscere se stesso nel divenire di ogni giorno, personalizzare i valori esistenziali e formulare una propria concezione di vita.

9) La formazione per lo sviluppo della funzione psichica di “Mediazione”. Nell’incontro con l’altro la Persona si relativizza, ma conserva la propria identità pur trasformandosi.